Vittorio Veneto (TV). Inaugurata #Proseccoshire, 44 motivi per dire sì alla candidatura UNESCO


COMUNICATO STAMPA

#ProseccoShire Terre di Prosecco Conegliano Valdobbiadene, la prima mostra sensoriale dedicata al paesaggio delle colline di Conegliano Valdobbiadene candidate a Patrimonio dell’Umanità UNESCO, ha inaugurato la sua sesta tappa sabato a Palazzo Todesco, a Serravalle di Vittorio Veneto. Tra le novità del percorso museale, che ha raggiunto ormai le 44 immagini di grande formato, una sala dedicata alla candidatura UNESCO. Tra i testi, tutti rigorosamente tradotti in inglese, la presentazione del Governatore della Regione del Veneto Luca Zaia, principale artefice e sostenitore della candidatura.


Tonon - Tomasi. Palazzo todesco 2017
Presenti all'inaugurazione, oltre al team di lavoro coordinato dai responsabili Sara d’Altoè e Gianpaolo Bortolin, architetti, e Marco Ceotto, pubblicista, anche il Sindaco di Vittorio Veneto, Roberto Tonon, gli assessori Giovanni Napol e Antonella Uliana, ed oltre una sessantina di visitatori, richiamati a Palazzo Todesco da questa grande esposizione che, di tappa in tappa, sta percorrendo tutto il territorio ora candidatura ufficiale nazionale a patrimonio dell’umanità. L’inaugurazione ha visto presenziare anche il parlamentare Roger De Menech, che ha espresso la volontà di impegnarsi a sostegno della candidatura UNESCO, dichiarandosi pronto “a prendersi carico della candidatura affinché abbia un risultato positivo”. Durante l’inaugurazione si è inoltre tenuto il primo incontro della rassegna #proseccoshireincontra, che ha avuto come primi ospiti il fotografo Francesco Galifi e il ricercatore Diego Tomasi, che è stato onorato dell’attestato di Ambassador di Prosecco Shire. L'inaugurazione si è conclusa con un brindisi a cura della Primavera del Prosecco Superiore. Ospite il Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore Docg della azienda enoturistica Le Rampe di Cozzuolo di Vittorio Veneto e Valdobbiadene.    


ISTITUTI SUPERIORI PROTAGONISTI - #Proseccoshire è inoltre un percorso sensoriale che vedrà protagonisti gli studenti delle superiori del territorio, impegnati come guide in mostra. Gli alunni di tre istituti superiori, l'Istituto d'Arte Munari e l'Istituto Alberghiero Beltrame di Vittorio Veneto e l’Istituto Da Collo di Conegliano, infatti, oltre ad aver partecipato attivamente all’allestimento, si alterneranno nell’accoglienza in mostra e nelle visite guidate gratuite, un'attività già sostenuta nel 2015 dagli studenti del Marconi e del Da Collo di Conegliano e nel 2016 da quelli dell'istituto Verdi di Valdobbiadene. Sarà infatti possibile visitare la mostra sensoriale sabato 9, 16 e 23 e domenica 10 e 17 dicembre. Dopo una breve pausa, la mostra riaprirà sabato 6 gennaio fino a domenica 25 febbraio. Continuano inoltre ad arrivare le adesioni per i laboratori tattili che si terranno presso la mostra organizzati dall’Associazione La Mucca Gialla: sono già 15 le classi di materne, elementari e medie (circa 300 studenti) già prenotate.

IL PERCORSO EMOZIONALE - Con il percorso espositivo della mostra il visitatore potrà ripercorrere un itinerario della bellezza sulle colline del Prosecco Superiore, e allo stesso tempo intraprendere un viaggio interiore che stimola emozioni. Attraverso immagini e profumi si rivive nel trascorrere semplice del tempo la dialettica uomo natura, che ha prodotto un paesaggio culturale così interessante, di valore e soprattutto di grande bellezza. Il percorso ricreato all'interno delle sale stimola l'attenzione e l'osservazione del visitatore, spinto a cercare all'esterno i riferimenti così fortemente espressi all'interno della mostra. Un mix che alimenta quella consapevolezza di vivere davvero in un territorio che merita il titolo di patrimonio UNESCO.

mostra sensoriale - palazzo todesco 2017