Allestimenti

La sensorialità per una riscoperta interiore del paesaggio

Coinvolgere attraverso la stimolazione dei sensi. È questa intuizione alla base del progetto del Gruppo di lavoro che dal 2015 ha elaborato il percorso sensoriale #PROSECCOSHIRE (neologismo che identifica il territorio oggetto di candidatura UNESCO). Una mostra che ha coinvolto sinora oltre 13 mila visitatori con l’intento di condividere le valenze paesaggistiche di un territorio, in un road map tour itinerante in provincia di Treviso, richiesto ora all’estero.


Un percorso che vuole far entrare il visitatore in sintonia con il paesaggio lavorando sul suo stato emotivo, all’ingresso distaccato e freddo e man mano, stimolato dalla bellezza, sempre più compartecipe; verso una progressiva assunzione di consapevolezza del proprio ruolo di attore e regista del paesaggio.


Per citare il poeta Andrea Zanzotto, la persona dentro, o meglio, dietro il paesaggio. Dalla dimensione egoistica e disinteressata della prima sala fino alla meraviglia dell’ultima, dove la dialettica uomo-natura sublima la fotografia in “pittura”. È qui che, oltre al valore del paesaggio, emerge anche un’esigenza non più solo personale ma collettiva, che potremmo definire socialmente responsabile e ambientalista.


Per rielaborare questa sintonia, ricreando in uno spazio chiuso la dimensione esterna, siamo partiti dagli scatti di uno dei più sofisticati fotografi di paesaggio, Francesco Galifi, la cui bravura è commisurata soltanto alla passione e all’amore per la propria terra.


Il visitatore troverà immagini di grande formato, angolature inaspettate, con un pathos che spesso ricorda la pittura nordica, che dialogano in un percorso sensoriale con quattro profumazioni frutto del lavoro di ricerca sui terroir del Prosecco Superiore condotto dall’enologo Emanuele Serafin e interpretati dal profumiere Roberto Dario (per EUROISA, Istituto europeo di analisi sensoriale di Unindustria Treviso).


Fragranze ispirate a diversi momenti temporali (mattino, sera, primavera-estate, autunno-inverno), associate ad una selezione di sonorità scelte dalla musicista Anna Carlet. Luci, colori, ombre del paesaggio trasferiti in emozione sensoriale sono i protagonisti delle musiche che accompagnano la mostra e che non ne fanno da mero sottofondo, ma da parte integrante.


Chi entra nello spazio dell’allestimento si affranca gradualmente dal luogo fisico in cui si trova e si immerge nel paesaggio ritratto e immaginato o rivissuto. Un’immagine senza musica perde quella sottolineatura emotiva che invece, in presenza di suoni e timbri pertinenti, può venire da dentro l’anima, come qualcosa di inaspettato, improvviso e impossibile da definire attraverso la parola. La scelta delle musiche cambia di volta in volta a seconda della disposizione dei “quadri” e anche in quest’occasione lo spettatore sarà sottratto alla sua routine, alla sua storia particolare, per diventare un tutt’uno col paesaggio del Proseccoshire attraverso i suoni, gli odori e le immagini di una terra così affascinante, ricca di storia, lavoro e passione.


Dentro le immagini, le essenze, le sonorità, rivivendo il ciclo naturale del giorno e della notte, delle quattro stagioni, il visitatore é chiamato a confrontarsi con il paesaggio, quello atavico, desiderato o perso, vissuto o solo immaginato, con il quale ricucire un rapporto ideale uscendo all’esterno.


E da fuori nuovamente il visitatore interagirà con la mostra grazie ad una serie di iniziative ma soprattutto attraverso le piattaforme (Facebook, Twitter, Instagram, Pinterest), raccontando la propria visione di questo paesaggio.


A completare l’esperienza sensoriale la sperimentazione dei laboratori tattili, a cura di Martina Peloso, Cinzia Tardivel e Chiara Maria Moretti (operatrici didattiche de la Mucca Gialla, coautrici della pubblicazione per bambini “Proseccoshire il mio passaporto per l’UNESCO” e degli aperitivi sensoriali, che accostano le esperienze visive e olfative a quelle gustative, grazie alla preziosa collaborazione dello staff della Primavera del Prosecco Superiore.

Allestimento Vittorio Veneto


Allestimento Fregona


Allestimento Valdobbiadene